Qualche sussulto dal cadavere della scuola italiana…

di Dukko

Questa sperimentazione della docente Dianora Bardi mi da nuova speranza sul futuro della scuola italiana.

eBook, multimedialità in classe, addirittura il concetto, per molti professori assurdo, del learning by doing:

Grazie alle applicazioni dell’iPad, inoltre, abbiamo creato ambienti di apprendimento personalizzati e costruito libri ipermediali in modalità wiki. È apparso subito chiaro che il learning by doing ha potenzialità enormi soprattutto per lo sviluppo di una educazione antidogmatica e aperta. Tanto che per ogni disciplina (in alcuni casi per ogni unità di apprendimento) la stessa classe ha prodotto un ebook multimediale. In questo modo è stato messo in atto un processo di costruzione diretta del percorso didattico, realizzato in modo attivo e collaborativo sotto la supervisione di un docente-coach, che ha integrato la pratica della scrittura con i  linguaggi  tipici dei nostri ragazzi.

Oltre all’ovvia invidia che ho verso questi ragazzini che hanno la fortuna di avere una docente che sa fare il suo mestiere, credo che sia importante sottolineare che questa è una delle poche strade che quel cadavere semovente che è l’istruzione italiana ha per tornare a formare i ragazzi in maniera utile ed efficace.

Annunci