Il futuro di OSX?

di Dukko

Colgo l’opportunità data da questo articolo di Lega Nerd per dire la mia sull’argomento.

Credo che al momento il destino di Mac OS non sia né quello di svanire, né quello di essere ripensato. Semplicemente verrà aggiornato a lungo senza mai introdurre sostanziali innovazioni. Rimarrà un prodotto per pochi ProUser ancora legati al vecchio Personal Computer, un mercato di nicchia non particolarmente redditizio per Apple. Alla fine il principale sistema operativo Apple rimarrà iOS e un giorno, tra 5 o 10 anni, Mac Os sparirà con un semplice funerale sul palco dell’ennesimo Keynote.

Nel corso dell’articolo si sottolinea qualcosa che non credo sia chiaro a molti: Apple non è un’innovatrice. Non adesso, per lo meno.

Image representing Apple as depicted in CrunchBase

Il logo Apple.

Nell’era d’oro di Apple, sì, ha smosso il mercato creando un nuovo OS, un nuovo modo di concepire la telefonia (non proprio nuovissimo, in realtà, ma che non aveva mai sfondato).

Ma adesso? Analizziamo gli ultimi anni di Apple: non una singola innovazione (l’iPad appartiene al passato).

L’unico prodotto innovativo, ma decisamente non di successo, è l’Apple TV. Ma basta a mantenere lo status di innovatrice?

L’ultimo update di iOS ha preso a piene mani da Android e dalla concorrenza in generale.

OSX arranca, mentre Windows osa, proponendo Windows 8, un nuovo modo di concepire il desktop pc.

Apple ha perso il trono dell’innovazione, e questo dev’essere chiaro a tutti.

Il futuro di OSX, per rispondere al titolo, è come lo descrive mistya: fix, aggiornamenti minimi e un’arrancare per stare al passo.

Annunci