L’effetto Apple.

di Dukko

Riprendo questo commento di Matteo al discutibile articolo di iPhoneItalia per sviluppare un concetto che mi sta a cuore:

[…] SIRI aumenta l’effetto Apple. Si dice spesso che il rapporto degli acquirenti Apple verso i loro idevice sia particolare, legato spesso a meccanismi emozionali più che razionali. Insomma i fanboy (ma non solo) amano i propri gadget.
Ecco secondo me il fatto di poterci parlare aumenterà questa sensazione. E sarà secondo me il vantaggio che SIRI porterà ad Apple. Più del suo reale valore.

È proprio qua la differenza tra un consumatore normale e un utente Mac. Il marketing Apple ha costruito un’immagine ideale del prodotto, non basata su specifiche tecniche, o funzionalità seriamente innovative. Non sto affermando che i prodotti Apple non siano dei buoni prodotti, che sia chiaro. L’Apple viene associata ad una filosofia di vita, ad una visione del prodotto slegata dai fatti, ma veicolata tramite emozioni.

Apple è riuscita a trasformare l’utente: non è più mero utilizzatore del prodotto, ma ne è affezionato, prova emozioni al riguardo.

È questo l‘effetto Apple di cui parla Matteo. È qualcosa che non riguarda l’effettiva qualità del prodotto, qualcosa che nessun dato o tecnologia nuova riuscirà a scalfire.

Nessuno cambierebbe il proprio gatto o cane per uno più aggiornato, più veloce o con più funzionalità, no?

Annunci